Viaggio a Venezia – day # 2

 Il nostro secondo giorno a Venezia è stato completamente diverso da quello precedente.
Antonio mi ha proposto di alzarci alle 6.00 per andare a vedere l’alba in piazza San Marco. Ma questa volta proprio non ce l’ho fatta e gentilmente ho rifiutato l’offerta. Per fortuna lui non si è offeso, perché ha potuto prendersi i suoi tempi per scattare tutte le fotografie che voleva. In realtà, visti gli scatti, un pò mi sono pentita. Riuscite a immaginare qualcosa di più bello?

Una volta rientrato, abbiamo iniziato la nostra vera giornata (dopo una sana ed abbondante colazione).
L’obiettivo principale del giorno era arrivare fino all’Arsenale di Venezia, ossia quella parte della città che costituiva il cuore dell’industria navale veneziana a partire dal XII secolo.
La parte migliore, per me, è stata la passeggiata su Riva degli Schiavoni. Mi sono goduta il sole più che ho potuto, seduta sulle panchine, completamente immersa tra mille linguaggi diversi captati dalle mie orecchie.
Dopo una bella camminata, siamo arrivati all’Arsenale. Purtroppo non abbiamo potuto visitare nulla, dato che era domenica. Ma comunque è stato molto bello ed anche qui il sole ha fatto da padrone.
Da questo momento in poi è iniziata la nostra sventura. Perché nel tentativo di scoprire altri posti nascosti, ci siamo persi tra viali privati, ponti e strade chiuse. Alla fine, vinti dalla stanchezza, abbiamo trovato la fermata di un vaporetto e ci siamo fiondati sopra, per poi scendere ad una fermata altrettanto sconosciuta. Dopo non so quanti altri km a piedi e dopo esserci persi di nuovo, ci siamo ritrovati tra la folla di Piazza San Marco.
Da qui abbiamo deciso di tornare in albergo per riposarci, in modo da riuscire a stare un pò più in giro di sera e cercare un ristorante carino in cui cenare.
Anche qui ci siamo lasciati guidare dall’istinto, fino ad arrivare al Ponte di Rialto, dove abbiamo aspettato più di mezz’ora per riuscire ad ottenere le fotografie sottostanti.
Quando sono riuscita a scollare Antonio dalla macchinetta fotografica, abbiamo cercato un posto in cui cenare. Dire che è stata un’impresa ardua è dire poco. Stupidamente non abbiamo chiesto informazioni ai receptionist del nostra albergo, ma alla fine siamo stati fortunati. Ci siamo fermati ad una pizzeria napoletana chiamata “RossoPomodoro”, dove finalmente abbiamo mangiato una pizza veramente buona.
Siamo tornati in hotel stanchi sì ma soddisfatti e pronti per affrontare il nostro ultimo giorno a Venezia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...