Undici – Undici – Millenovecentottantotto

Una volta mia madre mi disse che quando si diventa “grandi” è normale fare dei bilanci. Sulla propria vita. Su una storia d’amore. Su quello che si vuole dal futuro.

 
Lunedì è stata una di queste occasioni. Non solo perché ho compiuto (ahimè) venticinque anni, ma anche perché tante cose stanno cambiando. La mia vita si sta evolvendo e dovrei essere io a plasmarla secondo i miei desideri.
E’ ormai passato quasi un anno dalla mia laurea e mi sento come se da quel giorno fossi entrata nella “vita vera”. Una vita vissuta fuori dagli schemi dello studio, degli esami, delle lezioni da seguire. Perché fino a quando si va all’Università, tutti i sogni e i desideri rimangono tali e sono lì ad abbellire il nostro futuro immaginario, mentre noi ci dimeniamo per fare tutto, convinti che le miriadi di libri studiati e le notti in bianco ci verranno ripagate con un bel lavoro. E infatti dopo la laurea tutti si aspettano che tu combini qualcosa, anche se magari sei arrivato ad un punto della tua vita in cui non sai nemmeno tu cosa vuoi. Perché il tempo passa, succedono cose, incontri persone, e con te possono cambiare anche i tuoi obiettivi, i tuoi desideri, i tuoi sogni. E allora puoi sentirti confuso, spaventato e a volte anche un pò sconvolto. In fondo hai tutto il diritto di sentirti così. Solo che spiegarlo agli altri non è così semplice.
Oggi mi dico che forse a venticinque anni dovrei affrontare tutto con più entusiasmo. Ma il problema è proprio questo. Ci sono dei giorni in cui mi sento come se tutto l’entusiasmo che prima circolava nel mio corpo mi fosse stato prosciugato. Mi capita di agire come un robot che fa quello che deve fare, semplicemente perché è così che si fa. E allora può succedere che una serata al cinema, solo noi due, può diventare una boccata d’aria fresca. O che quel momento brevissimo in cui sento che tutto va bene diventa magico.
Guardandomi indietro mi accorgo di come la vita mi abbia sorpresa ancora una volta. Solo un anno fa non avrei mai pensato che mi sarei ritrovata a vivere questa nuova esperienza. E se guardo al futuro ciò che vedo é ancora un grande punto interrogativo. Questo a volte mi entusiasma, ma per la maggior parte del tempo mi spaventa. Vorrei dare solo una sbirciatina per sapere quello che mi aspetta e magari prepararmi. Ma so che il bello della vita è proprio questo e l’unica cosa che possiamo fare è goderci il viaggio.
Annunci

2 pensieri su “Undici – Undici – Millenovecentottantotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...