“AMORE” DI ISABEL ALLENDE

51klwikqdjl-_sx311_bo1204203200_Vi ho già parlato del libro “Amore” di Isabel Allende in questo post. E allora perché parlarne di nuovo?, vi chiederete. Perché per me questo libro, e in particolare la Allende, meritano un post tutto per loro.

Ho iniziato a leggere quando ero molto piccola. Il primo libro in assoluto è stato “Piccole donne” di Louisa May Alcott.  Fu un regalo di compleanno da parte di un’amica di mia mamma. Tralasciando il periodo in cui divoravo i libri della collana “Le ragazzine” della Mondadori, in seguito ho iniziato a vedere la lettura come un obbligo. Semplicemente perché quando frequentavo le scuole medie dovevamo dedicare un’ora del rientro pomeridiano in totale silenzio a leggere un libro scelto da noi e di cui poi dovevamo fare una recensione. La cosa è andata avanti fino al primo superiore. L’estate seguente avevo quattordici anni. Andai a lavorare in un piccolo negozio di Otranto. La mia professoressa di Lettere ci aveva dato come compito per le vacanze quello di leggere tre libri, preferibilmente dei classici. Lavorando tutti i giorni, non avevo molto tempo per vedere i miei amici, figuriamoci per leggere. Così mi ritrovai a dover fare tutto a settembre, poco prima che iniziasse la scuola. Lessi “Il fu Mattia Pascal” di Pirandello, “I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift e “Il mio paese inventato” di Isabel Allende. Questo libro mi ha fatto scoprire un mondo. Un mondo fatto di libri, in cui puoi essere ciò che vuoi, quando vuoi, dove vuoi. Un mondo in cui la conoscenza non è mai abbastanza, in cui i sentimenti ti entrano dentro e i paesaggi ti si piantano davanti agli occhi. Un mondo in cui puoi sempre ritrovare qualcosa di tuo, perché ti apparteneva già da prima ma tu non lo sapevi. Negli anni ho letto di tutto, ma Isabel Allende è rimasta in assoluto la mia scrittrice preferita.
“Amore” è una raccolta dei brani migliori che la Allende ha scritto sull’amore e l’eros, alternati ad episodi della sua vita personale. In questo modo ho potuto ripercorrere in una volta sola tutti i suoi libri letti. Alcuni, sono sincera, ho faticato a ricordarli. Altri, invece, li ho riconosciuti sin dalle prima parole.
L’amore è un sentimento strano. Può darti tanto ma può anche togliere in egual misura. In ogni caso arriva senza preavviso. E quasi mai fila tutto liscio. Le parole della Allende sull’amore sono magiche e profonde. Parla del risveglio, del primo amore, della passione, della gelosia, degli amori contrastati, dell’eros e dell’umorismo, della magia dell’amore, dell’amore duraturo, dell’amore nella maturità. Insomma, parla di tutte le fasi che una storia d’amore può attraversare. Il mio brano preferito è quello finale, tratto dal romanzo “La somma dei giorni”. In particolare adoro questo passo:
“Con il naso sul suo collo ringraziai la fortuna di essere incappata per caso nell’amore che dopo tanti anni conserva ancora intatto il suo splendore. Abbracciati, leggeri nell’acqua calda, bagnati dalla luce ambrata delle candele, sentii che mi fondevo con quell’uomo con cui avevo camminato per un percorso lungo e sconnesso, inciampando, cadendo, rialzandoci, tra litigi e riconciliazioni, ma senza mai tradirci. La somma dei giorni, dolori e gioie condivise, era già il nostro destino.”
L’essenza dell’amore, secondo me, sta proprio in questo. Nella capacità di sopravvivere a tutto. Al tempo che passa, ai problemi, ai cambiamenti, allo spazio. Sta nel porsi domande a cui non avrai mai una risposta, nel vedere con il cuore ciò che gli altri non vedono. Sta nell’arrabbiarsi e nel fare pace, nel tendersi la mano quando l’altro inciampa e nell’avere una spalla su cui piangere quando sembra che tutto va a pezzi. Non vuol dire non sentirsi mai soli o essere sempre felici. Io a questo non ci credo. L’essenza dell’amore, piuttosto, sta nel conoscersi da anni senza mai smettere di sorprendersi.


51klwikqdjl-_sx311_bo1204203200_Amore – Isabel Allende
Feltrinelli, 195 p.
Copertina Flessibile € 10,20

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Chiara Nicolazzo ha detto:

    Ti ringrazio di cuore. Quando si parla d'amore spesso si corre il rischio di essere banali..spero di non esserlo stata…

    Mi piace

  2. valentina aversa ha detto:

    post molto intenso, quando si parla d'amore si spazia sempre nell'infinito, nei sentimenti, nell'essenza del nostro io….mi sono commossa 🙂
    tua nuova follower, se ti va passa da me…grazieee
    http://valentinaclothedanew.blogspot.it/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...