Avevo dimenticato

avevo dimenticato

Avevo dimenticato la consistenza morbida del muschio, il suo colore verde intenso e il suo odore di umido.
Avevo dimenticato gli alberi alti che ti camminano sopra la testa. Si rincorrono come bambini al parco e disegnano strane forme imperfette riflesse nelle ombre.
Avevo dimenticato l’aria fredda che ad ogni boccata ti fa bruciare i polmoni. Sa di buono, di castagne arrosto, di rugiada.
Avevo dimenticato la nebbia che avvolge ogni cosa. Le case, la vegetazione, l’aria. Scende silenziosa come zucchero filato e sempre silenziosa vola via, disfacendosi nel cielo.


Fotografia di Antonio Bruno Photography.

Presto vi mostrerò tutti gli scatti della nostra giornata al Parco Nazionale del Fiume Sile.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...