#gdli100libri secondo libro: “Il richiamo della foresta” di Jack London

ilrichiamodellaforesta

E’ arrivato il momento di parlare del secondo libro che ho letto con il gruppo di lettura “I 100 libri di Dorfles“. Si tratta di Il richiamo della foresta di Jack London di Jack London (romanzo totalmente diverso dal primo), pubblicato a puntate sulla rivista Saturday dal 20 giugno al 18 luglio 1903, per poi essere pubblicato in volume nello stesso anno.

“Buck non leggeva i giornali, altrimenti avrebbe saputo quali guai stavano preparando, dallo stretto di Puget a San Diego, per lui e per ogni cane di grossa taglia, con muscoli forti e una pelliccia calda e spessa. Infatti, da quando le compagnie di navigazione e di trasporto avevano diffuso la notizia che, a forza di girovagare nelle tenebre dell’Artico, si era trovato un prezioso metallo giallo, migliaia di uomini si precipitavano senza sosta nelle regioni del Nord. Uomini che avevano bisogno di cani robusti e dal pelo lungo, che fossero resistenti alla fatica e protetti dal gran freddo.”

Questa volta siamo di fronte ad uno dei classici della letteratura per ragazzi. In queste pagine Jack London ci racconta l’esperienza del cane Buck, rapito e condotto dagli Stati Uniti al Nord America. Siamo negli anni della corsa all’oro (esperienza vissuta in prima persona da London nel 1897) e Buck viene picchiato e maltrattato da chi vuole fare di lui un cane da traino. Venduto con l’inganno, viene fruttato dai suoi padroni, per poi essere salvato da John Thornton, con cui Buck ritrova l’amore per l’uomo.

“Non aveva nostalgia della casa. Il Sud era molto lontano e indistinto e questi ricordi non avevano presa su di lui. Ben più forti erano le memorie del suo retaggio che conferivano a cose che non aveva mai visto prima un’apparente familiarità: gli istinti (che erano soltanto le memorie dei suoi antenati divenute abitudini), venuti meno in passato, si ridestavano ora in lui, erano di nuovo vivi.”

Ma in questo romanzo viene anche raccontata la trasformazione che Buck subisce. Il richiamo della foresta diventa, in lui, sempre più forte. E’ come se piano piano la sua vita precedente, quella da cane di compagnia, venga completamente spazzata via, per lasciare spazio a quella che è la sua natura originale. Io, personalmente, ho letto questo elemento come un ritorno alle origini.

“Tanto imperiosamente lo chiamavano quelle ombre, che il genere umano con i suoi diritti gli diventavano di giorno in giorni più estraneo. Nel cuore della foresta risuonava un richiamo emozionante, misterioso e attraente e tutte le volte che lo udiva si sentiva costretto a voltare le spalle al fuoco e alla terra battuta che lo circondava, per addentrarsi nella foresta, sempre più avanti, senza sapere dove andava né perché; né si domandava dove o perché il richiamo risuonasse imperiosamente nel cuore della foresta.”

E’ la prima volta che leggo una storia narrata dal punto di vista di un’animale e devo ammettere che è stato molto interessante. Non leggo spesso romanzi di avventura, non so bene perché, ma Il richiamo della foresta è stata un lettura piacevole e scorrevole, proprio quello che ci voleva dopo l’impegnativo Bel-Ami (infatti l’ho letto in un paio di giorni).

Per leggere le opinioni degli altri partecipanti al gruppo di lettura cliccate i seguenti link:


Vi comunico che il terzo libro estratto da Giorgia (@ifeelbook) è Dracula di Bram Stoker.

 



Il richiamo della foresta di Jack London

Casa editrice: Mondadori
Lunghezza: 144 p.      
Formato Kindle: € 2,99
Copertina Flessibile: € 7,23
Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...