I libri del mese: Gennaio 2015

librigennaio

Non so esattamente secondo quale legge della fisica questo mese io sia riuscita a leggere così tanto. I libri in questione sono sei. Non so, magari è la prima volta che li conto e allora mi fa uno strano effetto. Voi contate quanti libri leggere in un mese? O in un anno? Io onestamente non ci ho mai pensato. Inizio a farlo adesso per introdurre questa nuova rubrica: I libri del mese. In cosa consiste? I primi giorni di ogni mese condividerò con voi i libri che ho letto nel mese precedente, lasciandovi i link delle mie recensioni e delle impressioni generali.

Iniziamo.

gennaio

//Seta di Alessandro Baricco//
Ho riletto questo romanzo a distanza di anni e (cosa che non credevo possibile) mi è piaciuto ancora di più rispetto alla prima volta. Come potete vedere continua la mia scoperta (a volte ri-scoperta) di Baricco.
Consiglio la lettura di Seta a chi crede che leggere significhi, in qualche modo, sognare ad occhi aperti.
Per leggere la recensione del romanzo cliccate qui.

//Bel-Ami di Guy de Maupassant//
La lettura di questo romanzo ha segnato ufficialmente l’inizio del gruppo di lettura “I 100 libri di Dorlfes“. Al di là delle impressioni iniziali, questa è stata una storia che mi ha catturata sempre di più con lo scorrere delle pagine, anche se, ahimè, è mancato il “colpo di fulmine”.
Consiglio la lettura di Bel-Ami a chi vuole aggiungere un tassello alla propria conoscenza letteraria.
Per leggere la recensione del romanzo cliccate qui.

//Splendore di Margaret Mazzantini//
Direi che questo è stato uno dei regali di Natale tra i più azzeccati di sempre. Si tratta di una storia intensa e travolgente, una storia che fa riflettere e che costringe il lettore a uscire fuori dai propri schemi.
Consiglio la lettura di Splendore a chi crede che i libri ci regalino l’occasione di vivere mille vite diverse.
Per leggere la recensione del romanzo cliccate qui.

//Rose rosso scarlatto di Monica Pizzi//
Questo libro è stata una vera e propria scoperta, tanto da aver deciso di parlarvene. Monica Pizzi è un’autrice emergente e credo che meriti di andare avanti.
Consiglio la lettura di Rose rosso scarlatto a chi vuole ricominciare.
Per leggere la recensione del romanzo cliccate qui.

//Il richiamo della foresta di Jack London//
Secondo libro previsto dal gruppo di lettura, completamente diverso dal primo. Questa volta siamo di fronte a uno dei classici della letteratura per ragazzi, una storia narrata (incredibilmente) dal punto di vista di un cane.
Consiglio la lettura di Il richiamo della foresta a chi crede che leggere significhi vivere delle avventure.
Per leggere la recensione del romanzo cliccate qui.

//L’ora di tutti di Maria Corti//
Ho riletto questo romanzo a distanza di dieci anni (anche di più) e l’ho semplicemente amato. Maria Corti ci regala una storia travolgente che porta indietro nel tempo e il ritratto di un luogo genuino.
Consiglio la lettura di L’ora di tutti a chi vuole conoscere le proprie origini e riconoscersi nei volti di chi non c’è più.
Per leggere la recensione del romanzo cliccate qui.

E voi quanto leggete generalmente in un mese? Cos’avete letto a gennaio?

libri


In realtà a fine mese ho anche iniziato a leggere:

  • Il profumo delle foglie di limone di Clara Sànchez, ma non sono riuscita a portarne a termine la lettura, quindi lo inserirò nel mese di febbraio;
  • Profezie di Nostradamus, ma l’ho abbandonato praticamente dopo aver letto due pagine perché è tanto pesante (e non ci ho capito nulla);
  • Sanditon di Jane Austen, che comprai a settembre e che ancora non avevo letto.

Inoltre, ho ordinato online:

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. chiaranicolazzo ha detto:

    Grazie per il tuo commento! Fammi sapere cosa ne pensi delle recensioni! “Il richiamo della foresta” è completamente diverso da “Bel-Ami”, ma neanche in quel caso ho avuto il colpo di fulmine! Ora aspetto con ansia che mi consegnino “Dracula”!

    Mi piace

  2. kisal ha detto:

    Anche io sto partecipando al gruppo di lettura organizzato da Ifeelbook, ma sono indietro e non ho ancora preso a mano “Il richiamo…”, lo inizio subito visto che ho divorato Shotgun Lovesongs, che avevo promesso di leggere prestissimo, in pochi giorni e visto anche che il Richiamo è davvero breve e non può mancare come classico. Stesso discorso per Bel Ami, che ho letto come primo estratto e mi ha acchiappato, tanto che l’ho finito al volo, solo che sono d’accordo con te: immancabile tra i libri letti, ma sicuramente non perché lasci un segno emozionale dentro, piuttosto perché è scritto bene e sa scandire bene le storie e la caratterizzazione dei personaggi. Sono qualità che in un buon romanzo non possono mancare, però ci vuole anche altro per innamorarsi sul colpo 🙂
    Gli altri consigli che dai mi hanno incuriosita, guarderò le recensioni specifiche 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...