“Eva Luna” di Isabel Allende

IMG_0259

“Mi chiamo Eva, che vuole dire vita, secondo un libro che mia madre consultò per scegliermi il nome. Sono nata nell’ultima stanza di una casa buia e sono cresciuta fra mobili antichi, libri in latino e mummie, ma questo non mi ha resa malinconica, perché sono venuta al mondo con un soffio di foresta nella memoria.”

Eva Luna è il terzo romanzo scritto da Isabel Allende. Pubblicato nel 1987 da Feltrinelli, racconta una storia d’amore a cui si intrecciano, come sempre, le vicende che hanno caratterizzato la storia del Cile negli anni ’70. Anche qui, quindi, come abbiamo visto nei suoi precedenti romanzi – La casa degli spiriti e D’amore e ombra – il tema della dittatura diventa una costante, come quello delle donne forti e orgogliose, che altro non sono se non il riflesso della Allende stessa e delle donne della sua famiglia.

“- La morte non esiste, figlia. La gente muore solo quando è dimenticata – mi spiegò mia madre poco prima di andarsene. – Se saprai ricordarmi, sarò sempre con te.”

Per acquistare “Eva Luna” cliccate qui

IMG_0269

La storia, questa volta, è quella di Eva Luna, una donna nata da un incontro fortuito e la cui vita è iniziata con le storie che la mamma, Consuelo, le raccontava per farle compagnia. Da queste storie nasce la passione di Eva di raccontare e di inventare, di prendere la vita e trasformala in ciò che vuole, sospendendola nel tempo e nello spazio. La vita di Eva diventa difficile quando, ancora bambina, la madre muore. Da quel momento lavora come serva presso diverse famiglie, raccogliendo materiale umano per le sue storie. Di tutte le persone che incontra in questi anni, alcune diventano importanti, come Mimì, nonna Elvira e Huberto Naranjo, mentre altre, come Rolf, diventano fondamentali.

“Rimasi con lei quella notte, la successiva l’altra ancora, e così via per parecchi anni, durante i quali mi strappai dal cuore l’amore impossibile per Riad Halabì, divenni infine donna e imparai a governare il timore della mia esistenza, non sempre nella maniera più elegante, questo è vero, ma bisogna tenere presente che navigavo in acque tempestose.”

IMG_0276

Anche se questo romanzo lo avevo già letto – come tutti gli altri della Allende – devo ammettere che in questo caso non ricordavo una sola parola di questa storia. E’ stato, quindi, piacevole riscoprire Eva Luna e trovarci dentro tanti pezzetti della Allende e di tutte le sue altre storie.
Mi convinco sempre di più che per uno scrittore è veramente difficile, se non impossibile, annullarsi nel momento in cui scrive un romanzo. In ogni storia ci sarà sempre un po’ di lui e di quello che conosce. I bravi scrittori fanno di questo il loro marchio di identità. Ma ciò non significa essere ripetitivi. Al contrario, significa reinventarsi sempre.
Quindi è come se la Allende utilizzasse se stessa e la sua storia per creare, a partire da questo, mille storie tutte diverse – eppure simili in qualcosa. Ed ecco che lei diventa Clara, Bianca e Alba di La casa degli spiriti, ma anche Irene di D’amore e ombra e tutte le protagoniste delle sue storie. E’ come se ci prendesse per mano e ci dicesse “Venite con me in questa storia, annullate voi stesse e godetevi il viaggio”.

“Per la prima volta ascoltavo il silenzio. Fino ad allora c’erano stati rumori nella mia vita, talvolta quasi impercettibili come il sussurrare dei fantasmi di Zulema e di Kamal o il mormorare della foresta all’alba, talaltra assordanti, come la radio nelle cucine della mia infanzia. Sentii la stessa esaltazione che provavo nel fare l’amore o nell’inventare racconti e volli catturare quello spazio muto per conservarlo come un tesoro.”


IMG_0259

 

Eva LunaIsabel Allende
Feltrinelli, 266 p.
Copertina Flessibile  € 6,38

Annunci

3 pensieri su ““Eva Luna” di Isabel Allende

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...