#CITAZIONI – DA “QUEL GIORNO SULLA LUNA” DI ORIANA FALLACI

IMG_3262

Lo saranno grandi uomini, eroi? Lo sono? Ovvio che no. Come individui, lo abbiamo già visto, contano relativamente. Il caso non è stato generoso. Come navigatori ed esploratori, i loro meriti sono limitati e ogni paragone con Cristoforo Colombo è semplicemente grottesco. Colombo era solo. Il viaggio alla ricerca delle Indie l’aveva ideato da solo, se l’era organizzato da solo, se lo fece da solo contro il parere di tutti: e il parere d tutti era che la Terra fosse piatta, che a un certo punto finisse per farlo cadere nulla. Armstrong, Aldrin e Collins invece sanno benissimo cosa vanno a trovare: minuto per minuto, metro per metro. Di questo viaggio certo non ideato da loro e non organizzato da loro, essi non sono che uno strumento prescelto; un’appendice della macchina. Ma c’è di più: per l’intera durata di quel viaggio essi non saranno mai soli: come è successo per gli altri voli, saranno seguiti da Terra dal momento della partenza a quello del ritorno. Al Centro Controllo di Houston li terranno in contatto quattrocento scienziati, medici, direttori di volo, astronauti, tecnici, e fuori dal Centro di Controllo ce ne saranno altri duemila. […] L’unico rischio resta per loro quello di morir sulla Luna. Ma è un rischio così minimo, ormai, così scartato da tutti, che a un certo punto ti chiedi se ci voglia proprio tanto coraggio ad andar sulla Luna. Se ci volesse tanto coraggio, perché gli astronauti avrebbero preteso e ottenuto “il novantanove virgola novantanove e ancora virgola novantanove di probabilità” di tornare sulla Terra intatti? Davvero non vedo nulla di particolarmente eroico in questa impresa. L’ultimo soldatino che va all’assalto di una trincea, l’ultimo vietcong che si getta contro un carro armato con tre pallottole dentro il fucile, è mille volte più coraggioso degli astronauti che vanno sulla Luna.
Ma ammettiamo pure che non ce la facciano, e muoiano. A quasi mezzo milione di chilometri dalla Terra, su un pianeta senza vita e senza atmosfera, con un calore di centoventi gradi. Una fine spaventosa, d’accordo. Però dimmi: se tu fossi un uomo ambizioso come Neil Armstrong o vanitoso come Buzz Aldrin, e ti dicessero che un giorno di luglio del 1969 sei condannato a morire, che morte sceglieresti? Io, al posto loro, la morte sulla Luna. Pensa che morte: dinanzi agli occhi di tre miliardi di persone che sanno e ascoltano e pregano e piangono per te. Dinanzi alle camere della televisione, dinanzi alla radio che trasmette la tua epopea, il tuo sacrificio. Per la Storia, gli altari. E allora chi è più coraggioso, chi è più eroe: il soldatino e il vietcong che muoiono come cani, senza che nessuno lo sappia, senza che nessuno li pianga, di notte, sotto le bombe, dentro una trincea, oppure Neil Armstrong e Buzz Aldrin? La questione è che il concetto dell’eroismo s’è ormai distorto. Perché s’è fuso con il concetto di successo, ed eroe è diventato colui che ha successo: anche se il suo successo è l’estremo risultato di un lavoro collettivo o di una impresa resa possibile dall’impiego di miliardi. Certo che ad Armstrong, Aldrin, e perfino Collins, la patente di eroe non gliela leva nessuno. E le conseguenze saranno tre mostri che il mondo invocherà come angeli. La sola speranza è che ciò li trasformi da robot in creature, e che il tempo li ridimensioni, gli spieghi che sono soltanto ciò che sono. Come dice Pascal, né mostri né angeli: ma uomini e basta.

tratto da Quel giorno sulla luna di Oriana Fallaci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.