#citazioni – da “Cime tempestose” di Emily Brontë

img_6261

“Da quanto tempo mi sono chiusa qua dentro?” chiese, riprendendosi di colpo.
“E’ stato lunedì sera, e oggi è giovedì notte, o piuttosto, ormai, venerdì mattina.”
“Soltanto? della stessa settimana?” esclamò lei. “Così poco tempo?”
“Anche troppo, per vivere soltanto di acqua fredda e malumore” osservai.
“Sembrano molte, molte ore” mormorò lei con voce incerta. “Deve essere più tempo; ricordo quando ero in salotto dopo la loro lite; ricordo che Edgar è stato crudele e esasperante, e che io sono fuggita disperatamente in questa stanza. Appena ho chiuso la porta a chiave, le tenebre più assolute mi hanno sopraffatto e sono caduta a terra. Non potevo spiegare a Edgar quanto fossi certa di avere una crisi o di impazzire se lui continuava a indispettirmi così. Avevo perduto il dominio della parola e della mente, e lui forse non ha saputo immaginare la mia sofferenza; avevo soltanto la padronanza di me necessaria per fuggire da lui e dalla sua voce. Prima che mi riprendessi tanto da ricominciare a vedere e a sentire, era quasi l’alba; e ora, Nelly, ti dirò quello che ho pensato, quello che ha continuato a perseguitarmi tanto che temevo per la mia ragione: pensavo, mentre giacevo a terra con la testa contro la gamba del tavolo e lo sguardo che distingueva appena il riquadro grigio della finestra, di essere a casa, nel letto a pannelli di quercia; e il cuore mi doleva per qualche grande dolore che, appena sveglia, non riuscivo a ricordare. Pensavo e mi tormentavo per scoprire di che cosa si trattasse; e, in modo davvero singolare, gli ultimi sette anni della mia vita mi sembravano completamente vuoti! Non ricordavo neppure che fossero passati. Ero una bambina; mio padre era appena stato seppellito e la mia sofferenza nasceva dalla separazione che Hidley aveva imposto a me e Heathcliff. Per la prima volta ero sola nella mia camera e, destandomi da un sogno tormentoso dopo una notte di pianto, ho sollevato la mano per aprire i pannelli: la mano ha urtato contro il piano del tavolo! L’ho fatta scorrere sul tappeto, e in quel momento la memoria è ritornata, e la mia angoscia di un tempo è stata inghiottita in una spasmodica disperazione. Non potrei dire perché mi sentissi così sventurata; deve essersi trattato di un istante di follia, perché non c’è una vera ragione. Ma cerca di immaginare che io, a dodici anni, sia stata strappata da Wuthering Heights, da tutti i miei legami, da quello che per me allora era il mio tutto, Heathcliff, per divenite di colpo la signora Linton, la padrona di Thrushcross Grange, la moglie di un estraneo, un’esule, strappata da quello che era stato il mio mondo… allora puoi forse farti una pallida idea dell’abisso di disperazione in cui strisciavo![…] Vorrei tornare a essere una ragazza, quasi una selvaggia, e adora e libera, che ride delle offese e non ne impazzisce! Perché sono tanto mutata? perché il mio sangue si agita ctumultuosamente per poche parole?

tratto da Cime tempestose di Emily Brontë


41xzmq-9jil-_sx294_bo1204203200_

Cime tempestose – Emily Brontë
Mondadori, 400 p.
Formato Kindle € 2,99
Copertina Flessibile € 3,00

Annunci

2 pensieri su “#citazioni – da “Cime tempestose” di Emily Brontë

  1. wwayne ha detto:

    Ultimamente anch’io ho comprato un Oscar Mondadori: le novelle di Verga, volume primo. Sono rimasto molto colpito dall’abilità di Verga nel dire tantissimo anche con una semplice frase, in certi casi addirittura con una singola parola. E poi l’ironia con cui si prende gioco delle superstizioni popolari, la profonda attualità dei suoi racconti d’amore… chi lo identifica come uno scrittore triste, o dedito soltanto a storie “sociali”, dovrebbe decisamente leggere questo libro. Soprattutto le sezioni “Vita dei campi” e “Novelle rusticane.”
    P.S.: Molto bello il tuo post sui 28 anni.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...