“C’era una svolta”: storie di autori diversi scritte da diversi autori

img_6759

In collaborazione con Quelli del Sabato.

Credo  sia la prima volta che Il mio mondo inventato mi regala la possibilità di collaborare ad un progetto – di cui vi ho già accennato qui – che mi ha veramente colpita. Quando Ilaria dell’associazione di volontariato Quelli del Sabato mi ha contattata per chiedermi se mi andava di leggere il loro libro, non ho esitato un attimo. E avevo ragione. Perché questo non solo è un bel libro, ma è anche curato nei minimi dettagli. E’ un progetto nel quale c’è dentro il cuore. E si vede. C’era una svolta è una raccolta di favole, come dire, rivisitate. Diciotto ragazzi dell’associazione, affiancati da diciotto scrittori professionisti, hanno preso diciotto favole e hanno immaginato un cambiamento. Il titolo nasce proprio da questo intento: il tipico “c’era una volta” con cui si aprono tutte le favole, si trasforma in “c’era un svolta” e “diventa quella piccola grande possibilità di cambiare la trama”.

img_6783

Le favole in questione sono quelle con cui tutti noi siamo cresciuti: da Cappuccetto Rosso alla Bella Addormentata, fino alla Principessa sul pisello, Cenerentola, Il fagiolo magico, Riccioli d’oro e i tre orsi, Peter Pan, Biancaneve e i sette nani, Il brutto anatroccolo, Raperonzolo e tante altre. Ogni favola nasce da un mondo interiore, quello dei suoi autori. A volte la favola viene capovolta o addirittura stravolta. A volte, invece, si immagina solo un piccolo cambiamento, una decisione inaspettata, una svolta che, a un certo punto, cambia tutto, creando un mondo nuovo, diverso e a volte anche un pò strambo. E il tutto è condito da illustrazioni pazzesche di Roberto Hikimi Belfari, a cui invidio molto questa capacità artistica di dare forma e colore a un’idea – io che non so tenere una matita in mano, se non per prendere appunti o (al massimo) per scarabocchiare. Grazie a Quelli del Sabato ho scoperto questo artista straordinario e già immagino un suo poster nella cameretta dei miei bambini. Ma questa è un’altra storia (anche perché di bambini qui ancora non ce ne sono).

img_6769

Le favole che ho preferito sono state diverse e per motivi diversi.
Ho amato Cappuccetto Rosso perché in questo caso i suoi autori hanno totalmente stravolto il mondo che noi conosciamo: qui è Cappuccetto Rosso a interpretare la parte del “cattivo” mentre la sua vittima è proprio la nonna, che in questa versione è – indovinate!- un lupo.
La piccola fiammiferaia e Peter Pan le ho trovate dolci e abbastanza fedeli alla loro versione originale – nel senso che il loro mondo non è stato del tutto stravolto e ci viene comunque proposta una versione alternativa che è totalmente credibile.
La principessa sul pisello, Cenerentola e Biancaneve e i sette nani mi hanno, invece, fatta morire di risate, sia per il modo in cui la favola viene raccontata che i risvolti comici della trama.

img_6779

Ma in sostanza direi che in questo libro ce n’è per tutti i gusti. Alcune favole sono fedeli alle originali, altre se ne discostano parecchio, altre ancora prendono una svolta inaspettata per poi tornare sui binari. E la cosa bella è che ogni lettore può giocare e immaginare la propria versione. Questo libro è un esercizio di fantasia e di immaginazione. E soprattutto ci dimostra come, in ognuno di noi, viva un mondo interiore ricco di diversità. Ed è proprio questa diversità che rende questo mondo interessante, puro, stimolante. 

***DISCLAIMER*** Questo non è un post sponsorizzato. Il libro recensito in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente. Le opinioni sono frutto della mia onestà intellettuale e della mia soggettiva esperienza di lettura.

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...