Nella mia libreria #39

Finalmente da venerdì anche io sarò in ferie. Ok, saranno solo dieci giorni, ma non mi lamento.  Quest’anno, per tutta una serie di motivi con i quali non sto ad annoiarvi, ho deciso di trascorrere qualche giorno qui a Mestre e qualche giorno a casa, a Otranto. E quindi domenica  mattina parto. Mi aspetta un viaggio in treno di otto ore. Da sola. Secondo voi cosa farò per occupare il tempo? Ovviamente leggerò! Il “problema” è che, come vi raccontavo nel mio ultimo video, tutti i miei libri sono impacchettati e quelli che sono rimasti spacchettati… ops, li ho già letti. Sono dunque stata costretta a fare un ordine su Amazon con un libro che volevo leggere da mesi e che credo sarà perfetto per essere letto sia in viaggio e che in spiaggia.

Se non ti vedo non esisti – Levante

Casa editrice: Rizzoli
Lunghezza: 266 p. 
Formato Kindle: € 9,99 
Copertina Flessibile: € 14,45

Ho scoperto Levante per puro caso e grazie ad Instagram. Mi veniva spesso proposto il suo profilo ma l’ho sempre snobbato. Un giorno poi, non so perché, l’ho aperto e ho visto questo video. Lì ho capito che fino a quel momento avevo commesso un GRANDE ERRORE. Mi sono fiondata su Sportify per ascoltarla e ho capito che a me quest’artista piace un sacco. Poi ho scoperto che ha anche scritto un libro. E secondo voi cos’è successo? E’ successo che Se non ti vedo non esisti – il suo romanzo – è balzato nella mia lista dei libri da leggere, quella lista lunghissima che custodisco gelosa perché se Antonio dovesse mai vederla gli verrebbe un coccolone. Ho sempre rimandato il momento di cliccare “acquista ora” su Amazon, fino a domenica sera, quando mi sono detta che questo romanzo sarebbe stato perfetto per accompagnarmi in questo viaggio in solitaria. Spero di non essermi sbagliata.

Annunci

Un pensiero su “Nella mia libreria #39

  1. wwayne ha detto:

    Io invece adoro Lodovica Comello. Oltre che musicalmente, mi piace molto anche come persona: l’ho vista più volte mentre firmava autografi e scattava foto con noi fan uno per uno, incurante della fila sterminata che si era formata davanti a lei. E questo lo fa anche al termine dei concerti, quando un cantante avrebbe voglia soltanto di farsi una bella doccia e schiantarsi a letto. E’ davvero una donna straordinaria.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...