“Adesso” di Chiara Gamberale

E’ che ci sono sette miliardi di persone, al mondo.
Ma fondamentalmente si dividono in due categorie.
Ci sono quelle che amiamo.
E poi ci sono tutte le altre.

Quando ho acquistato questo libro, l’ho fatto non sapendo bene di cosa parlasse, ma con la consapevolezza che Chiara Gamberale è una scrittrice veramente in gamba. Avevo, quindi, una specie di paracadute e devo dire che, nonostante qualche perplessità sul finale, ho fatto una scelta giusta e sono sempre più convinta di voler conoscere meglio questa autrice.

Funziona così.
Che arriviamo a un punto.
Prima di quel punto, ne abbiamo la certezza assoluta: è già successo tutto.
O almeno tutto quello per cui poteva avere un’ombra di senso ‘sta vita.
Sognavamo di fare un lavoro: non ci siamo riusciti.
Sognavamo di fare un lavoro e ci siamo riusciti: fa lo stesso.
Perché quello che conta è che l’avevamo incontrata.
Forse non l’avevamo riconosciuta subito: fa lo stesso.
Comunque l’avevamo incontrata.
L’Occasione.
Aveva due braccia, due gambe, un’infanzia, un lavoro che sognava di fare e che poi avrebbe fatto, un lavoro che non sognava di fare e già faceva, aveva dei denti, una risata strana, un problema di stitichezza, un gatto.
Avevamo cominciato a passeggiare insieme; il tempo, quel vecchio saggio, prima s’era incantato, poi, grazie a chissà quale magica pasticca blu, si era messo a correre velocissimo e all’improvviso ogni notte l’Occasione si addormentava con noi.
Pensavamo fosse giusto.
Non ci pensavamo, era solo naturale.
Suonava la sveglia, sentivamo l’Occasione già armeggiare in cucina con la moka, ci alzavamo, andavamo in bagno, lasciavamo la porta aperta, io vado, a dopo, ci vediamo stasera a casa, ricordati il bollo per l’auto, e tu di andare a prendere i bambini a scuola ché oggi io ho l’oculista e tu di prenotare quel tavolo per due alle Tavernelle e tu che ti amo.
Ricordatelo.
Ma poi uno dei due se l’è scordato. Di amare l’altro o di ricordarsi che l’altro lo amava: fa lo stesso.
Quello che segue è comunque uno strazio.
L’Occasione smette di essere un’occasione, la persona smette di essere una persona e noi smettiamo di essere noi.
Perché adesso fra il noi che eravamo e questo nuovo noi c’è quel punto.
E prima di quel punto è già successo tutto.
Dopo, niente può ancora davvero succedere.

Adesso di Chiara Gamberale, pubblicato nel 2016 da Feltrinelli, è un romanzo che parla di amore e più esattamente di quel momento – adesso –  in cui ti rendi conto che qualcosa sta cambiando, che niente sarà più come prima, che quel sentimento ti sta scoppiando nella pancia. La storia che ci racconta la Gamberale è quella di Lidia e Pietro, due persone che si incontrano e si innamorano nel momento della loro vita in cui hanno la ferma convinzione di aver già avuto la propria occasione di essere felici e di averla sprecata. Entrambi stanno affrontando un divorzio, lui ha una figlia da proteggere, lei una tribù di amici con cui si nasconde dalla vita, ma nonostante tutti gli errori e le sofferenze, decidono di provarci, di credere che qualcosa di bello può ancora accadere. Questo libro è il racconto del loro incontro e del loro amore, ma anche  del confronto dei due protagonisti con loro stessi, con i propri limiti e il passato, con il loro coraggio. Perché amare è per coraggiosi.

Sulla pelle di Lidia una cicatrice e tre tatuaggi, sulla pelle di Pietro due cicatrici, nelle mani di Pietro quello che ha perso, nelle mani di Lidi quello che non perderà mai, quello che ha perso e i ricci di Pietro, nelle mani di Pietro quello che non perderà mai e i polsi di Lidia, ma chi sei tu?, e tu? tu chi sei?, non lo so chi sei, capelli, capelli da tutte le parti, finalmente fuori dalla testa e addosso, adesso che non è prima di un’udienza e non è dopo un matrimonio, non è prima di niente e dopo niente, è solo adesso, dopo il dolore, prima del dolore, finalmente è adesso, un momento in cui rimanere mentre c’è, senza fuggire, perché è una fuga in sé, senza sperare, perché in sé una speranza, io? tu, no no, sì sì, non sono pronto, nessuno lo è, in verità?, in verità ho paura, tanto ormai è successo, e quando?, adesso.
Questa sono proprio io, abbracciami.
Questo sono proprio io, ti abbraccio.

Ho amato questo romanzo perché più che parlare di amore parla di quel momento in cui ti rendi conto che c’è qualcosa. Quel momento è quell’attimo in cui devi decidere se rischiare o meno, se ne vale la pena di tuffarti in un’avventura che non sai come finirà, se vuoi veramente darti un’occasione. Quel momento è adesso, perché quell’emozione che ti scoppia dentro non ha tempo da perdere. E il racconto della Gamberale è diverso da quello che si legge di solito perché esplora nuovi confini. Numerosi sono i cambi di prospettiva, così come importante è il mix di racconti diversi ma eterogenei, perché quel momento – adesso – può avere molteplici epiloghi e infiniti volti. Ok, il finale mi ha lasciata un pò così – della serie “ma dai Chiara, NON PUOI lasciarci così” –  ma il bello di  Adesso  è che ti regala la possibilità di continuare a fantasticare e questa è la parte dei libri che preferisco, quella in cui sfoglio l’ultima pagina e tocca a me raccontare.

“Non serve a niente,” continua Lidia. “Perché il solo vero motivo di forza di qualsiasi essere umano è prendere atto delle sue fragilità. Io ti ho messo in mano tutti i miei limiti, ma tu non lo fai mai. Mai. Ecco perché poi ti riduci così: e non riesci neanche a confessare di non poterti avvicinare a una casa dove ci sono tutti i tuoi ricordi più belli e più tremendi. Piuttosto prendi a schiaffi me, perché ho l’unica colpa di fartelo notare, anziché assecondare la stucchevole recita del rispettabile e serafico professor Lucernari che è perfino certo di ‘restare in contatto con quello che prova, per non ripetere mai più i suoi errori’. Tu sei in contatto solo con quello che riesci a gestire, Pietro. Cioè con nulla che abbia anche solo vagamente a che fare con l’amore.”

E ora chiedo il vostro aiuto. Mi piacerebbe continuare a scoprire questa scrittrice ma ho un pò le idee confuse e poco tempo a disposizione. Quindi, vi chiedo: quali libri mi consigliate di leggere?


Adesso
di Chiara Gamberale

Casa editrice: Feltrinelli
Lunghezza: 216 p.  
Formato Kindle: € 9,99
Copertina Flessibile: € 9,00
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...