5 di 365 [ 2018 ]


Ho sempre preferito i buoni propositi di settembre a quelli di gennaio. Forse perché settembre viene dopo la stagione che più amo o forse a causa di quella forma mentis inculcatami da tanti anni di scuola, secondo la quale gli anni si contano da settembre ad agosto e non da gennaio a dicembre. E’ stato difficile, in effetti, avendo vissuto venticinque anni della mia vita da studentessa, adattarmi ad una diversa concezione del tempo. Niente più scadenze o semestri, solo trecentosessantacinque giorni da riempire. Ma ci sto lavorando, così come sto lavorando su tanto altro. E’ strano. Ho ventinove anni ma sento che gli ultimi quattro anni sono quelli che più mi hanno cambiata.

Il 2017, ve l’ho raccontato qui, è stato un anno molto importante. Non lo dimenticherò mai. Mi ha dato tanto, ma soprattutto mi ha insegnato che oltre l’impegno, per raggiungere i propri obiettivi ci vuole solo tanta pazienza. Niente avviene dall’oggi al domani, mentre tutto si costruisce mattone dopo mattone. Basta solo saper guardare oltre e non farsi abbattere mai.

* VITA PERSONALE *

Il 2018 si preannuncia un anno altrettanto importante. Perché? Beh, compirò trent’anni e già questo mi pare abbastanza importante, non dite? La cosa mi fa un pò paura ma al tempo stesso mi elettrizza. Sarà, me lo sento, il simbolo e il riconoscimento di tutti i cambiamenti che sento essere avvenuti. Devo dire che questa cosa del tempo che passa inizio quasi ad accettarla. Non mi sono ripromessa niente di particolare per quest’ultimo anno con un due davanti sulla mia torta di compleanno, se non quello di essere serena. La felicità, non so, la vedo più che altro sotto forma di attimi assolutamente perfetti, ma altrettanto inadatti per essere costanti. La serenità, invece, la vedo come una condizione di vita indispensabile, per me, e totalmente raggiungibile.

* BLOGGING *

In questo nuovo anno mi riprometto, certamente, di portare avanti l’avventura de il mio mondo inventato, iniziata quasi cinque anni fa. Lo sapete, ultimamente mi sono chiesta troppo spesso se ne valesse la pena di portare avanti tutto questo. Ci vuole tanta energia e tanto tempo e a volte mancano entrambi. Ma, sono onesta, mi dispiacerebbe cancellare con un semplice click anni di lavoro e di impegno, ma soprattutto mi dispiacerebbe tantissimo perdere la piccola community che, insieme, abbiamo creato qui sul Blog, su Instagram e anche su YouTube. Col passare del tempo, la sfida più grande sta diventando sempre più una sola: far conciliare tutto. E sapete una cosa? Ho capito che non è quasi mai possibile. Per il 2018, quindi, cercherò di gestire questo spazio con più calma. In fondo, mi dico, è solo un hobby, qualcosa che faccio nel mio tempo libero e con passione, e non voglio assolutamente che diventi un ulteriore motivo di stress e preoccupazione. Per quello c’è tutto il resto.

* LETTURE *

Lo dico sempre e continuo a sostenerlo: quello della lettura non è una passione economica. Ecco perché sono diventata sempre di più una lettrice che decide cosa leggere e non una di quella lettrici che comprano libri a caso, passeggiando in libreria. O almeno non lo sono per la maggior parte del tempo. Il discorso diventa più complesso proprio perché gestisco un blog in cui parlo principalmente di libri e questo significa cercare di proporvi tanti titoli nuovi e diversi tra di loro. Questo è il motivo per cui spesso ho accettato di leggere libri che mi sono stati proposti ma che in realtà non facevano per me al cento per cento. Se da una parte questo tipo di collaborazioni mi lusingavano molto, dall’altra mi sono ritrovata spesso con dei libri che non mi piacevano per niente. La sensazione è sempre stata quella di aver perso tempo prezioso dietro a letture che non facevano per me. E, come mi ha detto qualcuno di voi un paio di anni fa, la vita di un lettore è troppo breve per sprecarla leggendo libri brutti. Già lo scorso anno mi ero ripromessa di leggere solo ciò che voglio, ma devo ammettere che qualche volte ci sono ricascata. Quest’anno ho deciso di essere ancora più risoluta su questo punto, perché ho capito che per continuare a parlarvi con entusiasmo devo continuare a leggere con entusiasmo, e non per senso del dovere.

E voi avete dei buoni propositi per questo nuovo anno?

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Paroledipolvereblog ha detto:

    Serenità in tutto quello che faccio!

    Mi piace

    1. Chiara Nicolazzo ha detto:

      D’accordissimo con te!

      Mi piace

      1. Paroledipolvereblog ha detto:

        Cin calma💖🌹💗

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...