“SEVEN SISTERS”

Avevo sentito parlare di questo film diverso tempo fa e non mi sono data pace finché non sono riuscita a vederlo. Uscito a fine novembre, e diretto dal norvegese Tommy Wirkola, Seven Sisters è un thriller che racconta una storia che mi ha subito incuriosita.

Di cosa si tratta? Siamo in un futuro distopico in cui vige la legge del figlio unico, a causa della quale tutti i figli nati dopo il primogenito vengono prelevati e ibernati in attesa di un futuro migliore, in cui il problema della sovrappopolazione sia risolto. In questo contesto Terence si ritrova ad allevare le nipoti. Si tratta di sette bambine gemelle, la cui madre è morta dandole alla luce. L’uomo decide di non denunciarle alle autorità ma di crescerle con una sola identità. Le bambine, omozigoti e quindi perfettamente identiche, all’interno della loro casa hanno i nomi della settimana (Lunedì, Martedì, Mercoledì ecc) e una propria personalità, ma all’esterno, per il resto del mondo, corrispondono ad un solo nome, quello di Karen Settman. A ognuna di loro è permesso di uscire solo nel giorno che corrisponde al proprio nome, mentre per il resto del tempo trascorrono la propria vita in casa, senz’altra compagnia se non quella del nonno e delle sorelle. Tutto sembra filare liscio e le ragazze raggiungono l’età di trent’anni senza che nessuno si sia accorto di nulla. Ma tutto cambia quando un giorno Lunedì non rientra a casa e le sorelle sono costrette ad uscire per cercarla, prima che le autorità le scoprano e le congelino.

Questo film mi è piaciuto un sacco e per vari motivi.
Innanzitutto l’idea mi ha subito affascinata. La vita di queste sette sorelle costrette a nascondersi, il sistema con cui il nonno le ha cresciute, in maniera così autonoma ma intimamente legate, e il modo, intelligente, in cui riescono a sottrarsi alle autorità l’ho trovato geniale.
Inoltre, ben studiata e realizzata è stata la caratterizzazione, ovviamente diversa, delle sette sorelle. Ognuna di loro, pur con indosso le stesse fattezze fisiche, ha una propria personalità ben definita e l’attrice, Noomi Rapace, è riuscita a dare loro la giusta interpretazione. E’ stato strano vederla, contemporaneamente, nei panni di sette persone completamente diverse ma al tempo stesso, anche se da un altro punto di vista, totalmente identiche.
Infine, la trama e gli intrecci mi hanno subito catturata e non sono per niente scontati. Nel momento in cui Lunedì scompare e le sorelle sono costrette ad uscire per cercarla (violando, così, la regola principale della loro esistenza, ossia quella di uscire sempre e solo una per volta) scattano una serie di rivelazioni e colpi di scena che io non mi aspettavo per niente. Anzi, devo dire che alla fine le cose sono andate in maniera completamente diversa da come le avevo immaginate.

Qualcuno di voi ha visto Seven Sisters? Se sì, cosa ne pensate?

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. wwayne ha detto:

    Anch’io ho dedicato un post a questo film: https://wwayne.wordpress.com/2017/12/03/salvami/. Sei d’accordo con ciò che ho scritto?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...