I LIBRI DEL MESE: GENNAIO 2018 + VIDEO

E’ successo solo a me o quest’anno gennaio è sembrato eterno? Il tempo sembrava non finire mai, mi sono trascinata per i giorni umidi e ho cercato di rimettere insieme i pezzi, perché anche se le mie vacanze di Natale sono durate pochi giorni, tornare alla routine è stata veramente dura. Nonostante il periodo un pò particolare, ho letto due libri che mi sono piaciuti molto, mentre con il terzo mi sono data per vinta, tanto da decidere di abbandonarlo. E’ una cosa che non mi è mai piaciuta fare, quella di interrompere le letture, ma questo è un momento in cui ho bisogno di storie belle e che mi prendano per davvero e allora ho capito che è meglio cambiare rotta. In questo senso, dunque, direi che il 2018 non poteva iniziare meglio.
In questo post e nel video che segue, vi racconto tutto.


OLTRE L’INVERNO
di Isabel Allende

Casa editrice: Feltrinelli
Lunghezza: 260 p.
Formato Kindle: € 12,99
Copertina Flessibile: € 15,73
QUI LA MIA RECENSIONE DEL ROMANZO.

Isabel Allende, lo sapete che la amo, ma l’annuncio del suo nuovo romanzo, che veniva da tutti definito un thriller, mi aveva spaventata. Mi piacerà?, continuavo a chiedermi mentre lo stringevo tra le mani ed è per questo che ho iniziato a leggere questo libro con i piedi di piombo, pronta per la delusione che temevo mi aspettasse dietro l’angolo. Invece devo dire che Oltre l’inverno mi è piaciuto e anche tanto. Sì, è vero, c’è quell’atmosfera thriller e di mistero, un cadavere trovato nel cofano di una macchina e tre individui che cercando il modo per disfarsene, ma questa parte del romanzo diventa un espediente per raccontare altro. I tre personaggi di questa storia raccontano la propria vita, i propri sbagli e il proprio passato, affondando tematiche molto discusse ultimamente – come la violenza domestica e il disagio degli immigrati statunitensi – ma anche insegnandoci che nella vita tutti noi abbiamo una seconda possibilità, che c’è sempre una via d’uscita e che non è mai troppo tardi per l’amore. Come sempre la Allende attinge dalla sua vita personale e da quello che accade intorno a lei per costruire i propri romanzi e questo, anche quando la porta a cambiare rotta, lo trovo sempre molto onesto.


IL BAMBINO DI CARTA
di Marina Migliavacca Marazza

Casa editrice: Libromania
Lunghezza: 284 p.  
Formato Kindle: € 1,99
Copertina Flessibile: € 9,99
QUI LA MIA RECENSIONE DEL ROMANZO.

Questo libro occupa un posto speciale nel mio cuore perché l’autrice, Marina Migliavacca Marazza, ci racconta la storia del vero Christopher Robin e del suo Winnie Pooh, personaggi s cui sono molto legata perché è con loro che è cresciuta mia sorella. Per chi non lo sapesse – tipo me – Winnie the Pooh è stato prima di tutto un personaggio della letteratura per l’infanzia, inventato dallo scrittore Alan Milne, il quale fu ispirato dal suo bambino e dai peluche con i quali giocava insieme alla sua tata. Il libro della Marazza, dunque, da una parte è il racconto di com’è nato uno dei personaggi con cui sono cresciuti tantissimi bambini in tutto il mondo, ma è soprattutto il racconto del dietro le quinte e di come la fama di Winnie the Pooh abbia influenzato – e per molti versi “disturbato” – la crescita del vero Christopher Robin, privato non solo della sua privacy ma anche di una buona fetta della sa infanzia. Lettura interessante e rivelatrice, che mi ha molto sorpresa.


UNO SCANDALO MOLTO INGLESE
di John Preston

Casa editrice: Codice Edizioni
Lunghezza: 429 p.    
Formato Kindle: € 14,99
Copertina Flessibile: € 17,85
QUI LA MIA RECENSIONE DEL ROMANZO.

E arriviamo al punto dolente, dato che questo è il libro che ho deciso di abbandonare. Perché? Il giornalista inglese ci racconta uno scandalo che scosse l’Inghilterra degli anni Settanta, quando l’omossessualità era vietata e Jeremy Thorpe, leader del Partito Liberale, fu accusato di essere l’amante di un modello. La trama mi aveva parecchio incuriosita perché devo ammettere che non conoscevo questo avvenimento e avevo buone ragioni di credere che fosse il racconto romanzato di un evento politico realmente accaduto. Mi sono invece ritrovata a leggere un elenco freddo e oggettivo di fatti ed eventi, nomi, leggi che mi hanno confusa e parecchio annoiata. fedele al mio proposito di leggere solo libri che mi prendono realmente e che mi lasciano qualcosa, non aveva per me senso continuare a leggere un libro che reputo mediocre e di cui sono fermamente convinta che si poteva fare molto di più per renderlo interessante.


E voi con quali libri avete iniziato il nuovo anno?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.