I LIBRI DEL MESE: GIUGNO 2018

Il mese di giugno è stato meraviglioso. Diciamo che già solo il fatto di aver trascorso qualche giorno a casa, a Otranto, lo fa balzare nella top ten dei momenti preferiti di questo 2018. Ma a parte questa piccola parentesi vacanziera, a giugno ho anche letto ben tre libri, tutti belli. Che dire? Tra weekend in Salento, belle letture e tanto mare anche qui a Jesolo, direi che non mi posso proprio lamentare.
Per i dettagli sulle letture del mese continuate a leggere qui sotto!


JANE EYRE
di Charlotte Brontë

Casa editrice: Feltrinelli

Lunghezza: 596 p.    

Formato Kindle: € 3,99    

Copertina Flessibile: € 8,50

RECENSIONE

Erano secoli che volevo leggere Jane Eyre e quindi trovarlo nella libreria dei miei è stato un bel colpo di fortuna. Devo averlo acquistato anni e anni fa, di certo ho anche iniziato a leggerlo perché vi ho trovato qualche frase sottolineata con l’evidenziatore giallo (mio segno distintivo) ma poi devo averlo abbandonato chissà per quale motivo. Riprenderlo in mano è stato meraviglioso. Ho amato tutto di questo romanzo. La storia, lo stile, l’ambientazione, i personaggi. Ripensandoci, ho scoperto di ritrovarmi molto in Jane Eyre, nel suo modo di fare e di pensare, costantemente alla ricerca di un’indipendenza non sempre compresa e di una gentilezza non sempre dovuta. Ma la cosa che mi ha maggiormente colpita è la modernità di questo romanzo. Trovo sempre sorprendente leggere un libro scritto nel 1800 e trovarlo più attuale di tanti libri appena pubblicati. D’altronde la potenza di un classico è proprio questa, vero?


DONNE CHE COMPRANO FIORI
di Vanessa Monfort

Casa editrice: Feltrinelli

Lunghezza: 371 p.

Formato Kindle: € 9,99    

Copertina Flessibile: € 12,75

RECENSIONE

Acquistato a occhi chiusi grazie ad un offerta di FeltrinelliDonne che comprano fiori si è rivelato il libro giusto, al momento giusto. Romanzo leggero e moderno, si distanzia molto dalle mie solite letture e forse il suo punto di forza è stato proprio questo. Avevo bisogno di una lettura che scivolasse via, senza stare troppo lì a lambiccarmi il cervello. Ma questo non vuol dire che sia un romanzo vuoto. Anzi. La protagonista di questa storia, Marina, insieme alle sue amiche, mi ha permesso di riflettere (e di farlo senza pretese): di riflettere sull’amore, sull’indipendenza, sul tempo, sui legami familiari. Un romanzo di compagnia, ma che ti permette di guardarti dentro.


CAFFE’ AMARO
di Simonetta Agnello Hornby

Casa editrice: Feltrinelli 

Lunghezza: 348 p.

Formato Kindle: € 6,99

Copertina Flessibile: € 15,30   

Audiobook Audible: € 0,00

RECENSIONE

Devo dire che il mio esordio con Simonetta Agnello Hornby non poteva essere dei migliori. Me l’avevate consigliato Caffè amaro e ora capisco perché. La storia di Maria non può non piacere, soprattutto se amate i romanzi a sfondo storico e le saghe familiari. L’autrice qui ha fatto un ottimo lavoro, non solo nel raccontare la vita di questa donna votata alle responsabilità nei confronti della propria famiglia (quella di origine, quella acquisita e quella creata tramite il matrimonio con Pietro) ma anche nel dipingere un ritratto netto e preciso della Sicilia che va dagli inizi del Novecento al Secondo Dopoguerra. A me tutto questo affascina sempre molto. Ed è proprio per questo che ho deciso di scoprire meglio questa scrittrice. Purtroppo la mia recente esperienza con Boccamurata non è andata per niente bene (ve ne parlo qui). Quindi mi rimetto a voi: cosa dovrei leggere, adesso, di Simonetta Agnello Hornby?


Come sempre sono alla ricerca di nuovi spunti. Quindi, raccontatemi: cos’avete letto a giugno?

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. wwayne ha detto:

    A Giugno non ho letto nulla, ma proprio oggi ho iniziato “Ci vediamo un giorno di questi” di Federica Bosco. L’ho comprato per puro caso: mi sono fermato alla libreria della stazione di Genova Piazza Principe, ho chiesto un consiglio di lettura alla commessa, e lei mi ha indicato questo libro senza esitazioni. Devo dire che mi ha indirizzato bene: ho letto le prime 60 pagine tutte d’un fiato, e mi sono interrotto soltanto perché il treno era arrivato a destinazione. Riprenderò senz’altro stasera prima di addormentarmi! 🙂

    Mi piace

  2. Chiara Nicolazzo ha detto:

    Cavolo 600 pagine! Hai tutta la mia stima!

    Mi piace

  3. Buongiorno, Chiara, ho letto solo un libro, ma ne è valsa la pena ! Ben 600 pag. I Beati Paoli di Luigi Natoli
    Anche io ti lascio il link del mio blog!
    https://ilcassettosegretodeilibri.wordpress.com/2018/06/27/eccomi-con-una-nuova-recensione-e-stata-un a-lunga-ed-intensissima-lettura-i-beati-paoli-di-luigi-natoli/

    Mi piace

  4. Chiara Nicolazzo ha detto:

    Me lo segno subito! Grazie del consiglio!
    Ps: tra i due titoli mi sento di consigliarti di più “Caffè amaro” 😉

    Mi piace

  5. Ciao Chiara,
    “Donne che comprano fiori” e “Caffè amaro” mi ispirano tantissimo, mi sa che li recupero entrambi.
    Se ti va di sbirciare tra i titoli delle mie letture di giugno ti lascio il link al mio post: https: //mariquitty.wordpress.com/2018/07/09/wrap-up-libri-letti-giugno-2018/ .
    Inoltre ti consiglio “Divorare il cielo” di Paolo Giordano, io l’ho amato. La vicenda si svolge nella nostra amata Puglia e, forse tu più di me, apprezzerai molto le descrizioni del mare, della vita costiera e le meraviglie della natura della nostra Terra.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.