#WHATSINMYBAG: COSA C’E’ NELLA BORSA DI UNA LETTRICE?

Quella per le borse è una passione che ho sviluppato molto presto, così come sbirciare nelle borse delle altre donne è qualcosa che mi ha sempre affascinata. La mia, d’altronde, è una di quelle borse sempre stracariche ma organizzate, in cui non manca nulla, dal burro di cacao alla penna, fino alle medicine e – almeno – un libro. Perché la legge del “non si sa mai” vale anche quando si esce di casa per mezz’ora, giusto?
Questo, in realtà, è un post che vi avevo promesso di scrivere diverso tempo fa ma, sapete, ultimamente ho deciso di rallentare, di regalarmi del tempo per me e la mia famiglia, questa casa in costruzione e tutte le cose che mi accadono al di fuori dello schermo luminoso e allora penso che questo ritardo sia più che giustificato.
Ad ogni modo.

Cosa c’è nella borsa di una lettrice?

 

Ps: La borsa di cui vi parlo oggi NON E’ la borsa che uso quotidianamente – per andare a lavoro per esempio – sia perché la mia nuova Neverfull MM di Vuitton (regalo di Antonio per il mio trentesimo compleanno) la desideravo da così tanto tempo che sto cercando, per quanto possibile, di tutelarla, ma soprattutto perché ho eliminato da questo racconto tutti quegli oggetti che noi tutti ci portiamo dietro quando usciamo di casa (chiavi, fazzoletti, crema per le mani, ecc ecc).


UN LIBRO – O ANCHE UN PAIO
Come vi raccontavo qui, molto spesso leggo nei ritagli di tempo, ecco perché quando esco di casa penso sempre che magari avrò qualche momento morto/libero da impiegare per leggere. Non è raro trovare nella mia borsa addirittura un paio di libri perché tutto dipende da cosa sto leggendo in quel momento e ultimamente ho preso l’abitudine di affiancare le letture e alternarle in base ai momenti della giornata o al mio umore. Ad ogni modo, il libro che mi sto portando dietro in questo periodo è 4 3 2 1 di Paul Auster: iniziato lo scorso mese, mi sta piacendo un sacco e non mi pesa per niente portarmelo dietro, nonostante la mole. Più o meno sono arrivata a metà e non vedo l’ora di finirlo.


MACCHINETTA FOTOGRAFICA
Molto spesso mi porto dietro anche la mia Canon Eos M, sempre perché non si sa mai, soprattutto considerando che da quando il mio vecchio iPhone 6 ha fatto un triplo salto carpiato nel wc (ricordate questo post?) l’ho sostituito con un ‘iPhone 5 che purtroppo non mi permette di realizzare foto e video particolarmente carine. Tutte le foto che vedete qui sul blog e quasi tutte quelle che trovate nel mio profilo ig sono, infatti, scattate proprio con la mia Canon. Piccola e leggera, riesco a portarla ovunque senza problemi.


AGENDA E QUADERNINI VARI
Tornerei all’Università solo per avere una buona scusa per entrare in una cartoleria e svaligiarla senza sentirmi in colpa, anche perché spesso ho comprato quadernini e agende talmente carini che poi non ho utilizzato per paura di rovinarli.
In particolare di recente mi porto dietro (non sempre, ma molto spesso) i miei tre indispensabili.
#1. IL QUADERNO DEI LIBRI DA LEGGERE
Uno dei modi che ho escogitato per risolvere il problema del “non so cosa leggere” è quello di tenere un quaderno in cui appunto tutti i titoli dei libri che vorrei leggere, che mi consigliate voi o che scopro per caso. Quando, poi, li acquisto e li leggo, li evidenzio e, ve lo dico, non c’è sensazione più bella. Per questa funzione utilizzo un quaderno a righe di Tiger dai bordi delle pagine colorati che di recente ho ritrovato in negozio. Lo adoro.
#2. LA MIA AGENDA
Negli anni ho utilizzato tantissime agende ma in tutte ho trovato sempre almeno un difetto (o erano troppo grandi, o non avevo abbastanza spazio, o c’erano pagine secondo te sfruttate male) e allora di recente ho puntato sull’agenda fai-da-te, a metà tra agenda e bullet journal – di cui nel 2016 vi raccontavo in questo video. L’agenda del 2018 che vedete in foto è stata realizzata su un quaderno Leuchtturm 1917 A5 nero con la copertina rigida e a puntini, col quale mi trovo molto bene e che potete  vedere su instagram cercando l’hashtag #lagendadichiara2018.
Per il 2019, invece, ho deciso di cambiare, perché per il mio compleanno una mia amica mi ha regalato questa agenda giornaliera 12 mesi di Tri-Coastal Design (in realtà la mia ha una copertina diversa ma online non sono riuscita a trovarla, tuttavia ho deciso di lasciarvi questo link perché all’interno sono identiche)  e mi è talmente piaciuta che ho già iniziato a scarabocchiarla. Vi piace?
#3. IL QUADERNO DEGLI APPUNTI
Gli anelli che si intravedono in foto, invece, sono del mio quaderno degli appunti con la scritta ispirazione “Bright Ideas”, dove per restare in tema segno non solo le idee per i miei post me i miei appunti in fase di scrittura. Il quaderno l’ho acquistato anni fa su GlitterRoom(non è più presente sul sito) e in foto potete vederlo qui.


PORTAPENNE & PORTAFOGLIO
Un’altra cosa con cui sono fissata, oltre alle borse, è la piccola pelletteria: pochette, portafogli, portapenne. Ne ho di diversi ma i miei fedeli compagni degli ultimi anni sono questo portafoglio di Borbonese (regalo di compleanno di Antonio dello scorso anno) e un portapenne di Kiko simile a questo (perché quello che ho io è vecchio di dieci anni e mi pare di capire che non sia più in commercio) che io utilizzo per portarmi dietro le mie penne/matite/evidenziatori preferiti, e anche per evitare che finiscano in mani altrui.


E voi, invece, cosa mi dite delle vostre borse?
Quali sono gli oggetti che vi portate sempre dietro?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.