“CHIUDI GLI OCCHI”

Non sono mai stata una grande fan di Blake Lively. Considerando che Gossip Girl non l’ho mai seguito (l’ho abbandonato dopo la prima stagione), tutti i miei ricordi riguardo questa attrice sono legati a 4 amiche e un paio di jeans, direi quindi poca cosa. Quando, però, ho visto questa locandina su Sky mi ha subito colpita e se ho deciso di parlarvene è perché merita. Parecchio.
Chiudi gli occhi è un film del 2016 diretto da Marc Forster, con protagonisti Blake Lively e Jason Clarke. Ambientato a Bangkok, la protagonista del film è Gina, una donna ipovedente dall’infanzia a causa di un incidente automobilistico durante il quale persero la vita i genitori e che viene aiutata quotidianamente dal marito James. La relazione tra i due cambia quando Gina si sottopone ad un intervento chirurgico e riacquista la vista di uno dei due occhi. Insieme alla vista, Gina riacquista non solo l’indipendenza dal marito ma anche la voglia di esplorare la sua identità.
Il film mi ha colpita sicuramente per la trama, ossia per il racconto di una donna che a causa della sua condizione ha sempre vissuto dipendendo da qualcun altro, accettando quello che le accadeva senza farsi domande, sviluppando una profonda insicurezza. Tornare a vedere significa per Gina riacquistare la propria identità ma soprattutto godere della libertà di esplorare se stessa e il mondo senza il filtro di qualcun altro. Il matrimonio con suo marito, d’altronde, inizia a traballare proprio quando James capisce di non essere più un punto di riferimento per la maglie e anziché supportarla e accompagnarla nel processo di riacquisizione della propria vita, non perde occasione per dimostrare la propria gelosia.
Ma fondamentale, in questo racconto, è anche lo sguardo del suo regista. Marc Forster rende magistralmente la cecità di Gina e le immagini che le affollano la testa, restituendole allo spettatore come sogni ad occhi aperti. Il suo stile visivo molto particolare ha il pregio di permettere di vedere con gli occhi di una donna cieca e di capirne meglio, dunque, l’evoluzione nel momento in cui, finalmente, può vedere la colorata Thailandia.
Chiudi gli occhi è un thriller psicologico di certo sottovalutato, che ha il merito di non assomigliare, neanche lontanamente, a nessun altro.

 

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Chiara Nicolazzo ha detto:

    Ti consiglio si guardarlo, é molto bello!

    "Mi piace"

  2. illettorecurioso ha detto:

    Non l’ho visto ma ne avevo sentito parlare al tempo dell’uscita.
    Con Blake lively ho apprezzato molto Adaline, l’eterna giovinezza

    "Mi piace"

  3. wwayne ha detto:

    Jason Clarke ha recitato anche in questi altri ottimi film:

    Lawless
    Il grande Gatsby
    L’uomo dal cuore di ferro
    First Man – Il primo uomo
    Serenity

    Ne hai visto qualcuno?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.