OTRANTO: LA BAIA DELL’ORTE E L’EX CAVA DI BAUXITE

In questi anni tante volte vi ho parlato di Otranto, del suo mare cristallino e del borgo antico composto da casette bianche che risplendono al sole e la verità è che c’è ancora tanto da dire e da mostrarvi.
Quando sono stata a casa lo scorso maggio, ho avuto l’occasione di fare una passeggiata con mia sorella in due dei miei posti preferiti di Otranto, nonché tra i più visitati e fotografati: la Baia dell’Orte e la Cava di Bauxite.

LA BAIA DELL’ORTE

Situata a sud di Otranto, altro non è se non una costa selvaggia e naturale incastonata nella roccia. Si tratta dunque di una scogliera, ma non è per niente difficile muoversi sulle sue rocce, neanche per i bambini, perché sono tutte abbastanza basse e piatte e l’accesso a isolate calette è abbastanza agevolato. L’acqua poi è di un cristallino splendente come ne ho visti pochi e con un fondale che attira gli amanti dello snorkeling. Ma soprattutto la parola d’ordine che impera alla baia dell’orte è tranquillità. Non ci sono, infatti, lidi balneari, lettini, musica o bar. È, dunque, il posto ideale per chi vuole semplicemente rilassarsi, godersi il panorama e un buon bagno.
Raggiungerla, inoltre, non è semplicissimo, dato che ne è stato vietato l’accesso alle automobili e questo è sicuramente uno dei fattori che al momento la preserva da quel turismo di massa che na volte distrugge invece che arricchire. I più temerari possono raggiungerla a piedi, grazie ad un sentiero che attraversa la pineta e la macchia mediterranea. In alternativa, ogni anno il comune mette a disposizione una navetta gratuita che, partendo dal porto, accompagna i bagnanti fino alla baia.

L’EX CAVA DI BAUXITE

Con la sua terra rossa che ricorda Marte, anche l’ex cava di bauxite è diventata una delle attrattive di Otranto. Si tratta di un’ex cava di bauxite abbandonata negli anni Settanta, la quale nel tempo si è riempita di acqua piovana dando vita al lago smeraldo, così chiamato per la sua acqua verde smeraldo che spicca grazie al contrasto con la terra rossa. Luogo suggestivo proprio per il contrasto di colori che lo caratterizza ma anche per la macchia mediterranea che lo custodisce, come fosse un segreto.

Se vi va di scoprire di più, di seguito trovate un video presente nella mia IGTV.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.