LE MIE LETTURE DEL 2019: IL MEGLIO E IL PEGGIO

Il 2019 è stato un anno strano, ricco di eventi che mi hanno occupato talmente il cervello da non riuscire a lasciare spazio per niente altro. Per esempio la lettura. Ho avuto talmente tano la testa occupata altrove che neanche i libri riuscivano a rasserenarmi. Ogni storia, invece di alleggerire la mia, la appesantiva. Come se dovessi farmi carico di ogni personaggi, di ogni loro difetto o problema. D’altronde leggere per me è un hobby e quest’anno ho capito che senza la testa libera non riesco proprio ad assaporarla.  Ho letto solo tredici libri e anche se questo dato abbassa di molto la statistica, a me non importa, perché ho imparato, ancora una volta, ad ascoltarmi. Ed ora eccomi qui a raccontarvi, come sempre, le letture migliori e quelle peggiori.


I 3 LIBRI MIGLIORI


L’OMBRA DI CATERINA
di Marina Marazza

Casa Editrice: Solferino
Lunghezza: 432 p.
Formato Kindle: € 9,99
Copertina Flessibile: € 16,15

|Acquista su AMAZON|


LA MIA RECENSIONE

Ho sempre amato i romanzi a sfondo storico, di quelli che, calibrati con la fantasia dello scrittore, riescono a insegnare qualcosa. Questo è quello che mi è accaduto leggendo L’ombra di Caterina di Marina Marazza, pubblicato il 2 maggio di quest’anno da Solferino. In questo romanzo viene raccontata la storia di Caterina, la madre finora sconosciuta di Leonardo Da Vinci. Quella che viene raccontata è una donna forte e libera, moderna nonostante l’epoca in cui ha vissuto, anticonformista e coraggiosa. Una donna, insomma, che può insegnare qualcosa ad ogni lettore.



LA VERITÀ SUL CASO HARRY QUEBERT
di Joël Dicker

Casa Editrice: Bompiani
Lunghezza: 784 p.
Formato Kindle: € 8,99
Copertina Flessibile: € 12,66

|Acquista su AMAZON|


LA MIA RECENSIONE

Per anni ho snobbato questo libro, pubblicato nel 2012, solo perché a pelle pensavo che non facesse per me. Poi quest’estate ho guardato la miniserie tv di Sky tratta proprio da La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker e ho divorato quelle dieci puntate con Patrick Dempsey. Da li al divorare anche il romanzo il passo è stato breve. Si tratta di un giallo deduttivo lungo quasi ottocento pagine, in cui il lettore viene coinvolto nelle indagine personali di Marcus Goldman, il quale si ritrova ad indagare sull’omicidio di Nola Kellergan, una ragazza scomparsa nel 1975 e del cui assassinio viene accusato lo scrittore Harry Quebert, mentore di Marcus. Il romanzo è, dunque, un continuo salto indietro nel tempo, interrotto, qua e là, da consigli di scrittura.


LE ASSAGGIATRICI
di Rosella Postorino

Casa editrice: Feltrinelli 
Lunghezza: 285 p.   
Formato Kindle: € 9,99
Audiolibro: € 0,00
Copertina Flessibile: € 14,45

|Acquista su AMAZON|


LA MIA RECENSIONE

Pubblicato nel gennaio 2018, si tratta di un romanzo a sfondo storico che racconta la Seconda Guerra Mondiale da un altro punto di vista, quello dei tedeschi. Rossella Postorino ha scritto un romanzo ispirato alla storia – vera – di Margot Wolk, una donna tedesca che è stata assaggiatrice di Hitler. Ma questo libro, più che essere un racconto che si focalizza sulla guerra, ha a che fare con le persone, con l’animo umano e con le sue debolezze, con il desiderio potente di sopravvivere, un pasto dopo l’altro.


LE 3 LETTURE PEGGIORI


FEDELTÀ
di Marco Missiroli

Casa Editrice: Einaudi
Lunghezza: 224 p.
Formato Kindle: € 9,99  
Copertina Rigida: € 16,15

|Acquista su AMAZON|


LA MIA RECENSIONE

Quando ho deciso di leggere uno dei romanzi candidati al Premio Strega 2019 mi aspettavo una storia appassionante e invece ne ho trovata una incompleta. Perché. la sensazione che mi è rimasta addosso leggendo Fedeltà di Marco Missiroli è proprio quella di una bella storia ma scritta male. Si tratta di un romanzo che parla di infedeltà e di quell’infelicità che si insinua nel quotidiano, di un matrimonio che attraversa gli anni cieco ai cambiamenti necessari e imprescindibili di ogni essere umano. Se però devo inserire questo romanzo tra i peggiori letti quest’ano è perché ho trovato la narrazione superficiale e parziale, mancante di qualcosa che è poi quel pathos che permette ai lettori di immedesimarsi nel personaggi di cui stanno leggendo e nella loro storia.


IL BUIO OLTRE LA SIEPE
di Harper Lee

Casa Editrice: Feltrinelli
Lunghezza: 304 p.
Formato Kindle: € 12,99
Formato Flessibile: € 8,07

|Acquista su AMAZON|


LA MIA RECENSIONE


Di Harper Lee ho sempre sentito parlare e questo romanzo l’ho visto in miliardi di foto, talmente tante da pensare che sarebbe piaciuto anche a me. E invece no. Il buio oltre la siepe di Harper Lee, pubblicato per la prima volta nel 1960, è un romanzo che ho faticato a capire e che non ho amato, nonostante sia vaso il Premi Pulitzer per la narrativa alla sua autrice. Pur riconoscendone l’importanza e la forza di testimonianza, devo ammettere che l’ho trovato si acuto e di spessore, tremendamente attuale ma a cui il tempo ha tolto qualcosa. Leggendolo non ho provato quel fuoco tipico di quelle storie che hai voglia di divorare e io dai romanzi è proprio questo che cerco. Nient’altro.


LA MISURA DI TUTTO
di Camilla Ronzullo

Casa editrice: Magazzini Salani
Lunghezza: 310 p.   
Formato Kindle: € 8,99
Copertina Flessibile: € 12,66

|Acquista su AMAZON|


la mia recensione

Camilla Ronzullo la seguo online da anni e mi ha sempre colpita per la sua sensibilità e dunque quando è uscito il suo libro mi sono fiondata a comprarlo. Ma le mie grandi aspettative sono state presto distrutte. Mi dispiace molto dirlo, ma sapete che sono sempre estremamente onesta. Di La misura di tutto di Camilla Ronzullo ne ho amato la scrittura e il modo in cui il libro è stato fisicamente concepito – che sempre un meraviglioso oggetto da ammirare, pieno di fotografie e cartoline e appunti ai margini – ma mi è mancato un legame con la protagonista, con la sua storia e con le sue sofferenze, e non ho apprezzato quel ritmo troppo veloce per una storia che meritava, secondo me, lentezza. Posso dire con certezza che è mancato quel colpo di fulmine tipico dei romanzi che, seppur distanti da te, hanno il potere di restarti dentro.


Se vi va di leggere i post degli anni precedenti li trovATE qui sotto.
2015  2016 – 2017 – 2018

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Chiara Nicolazzo ha detto:

    Anche a me è successa la stessa cosa!

    Piace a 1 persona

  2. Alix ha detto:

    Anche a me è piaciuto molto ‘La verità sul caso Harry Quebert’. L’ho finito in solo un paio di giorni, tanto sono stata catturata dalla storia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.