“IN NOME DELLA MADRE” DI ERRI DE LUCA

In corpo, nel mio grembo si era fatto spazio.

Era un po’ che non mi succedeva, di divorare un romanzo in questo modo, in un’ora o giù di lì. E senza conoscerlo, perché di In nome della madre di Erri De Luca non avevo mai sentito parlare. L’ho comprato per caso, spulciando tra i titoli in offerta della Feltrinelli, senza immaginare quanto sarebbe stato potente e delicato al tempo stesso.

Con le mani intrecciate sul ventre piatto mi toccavo la pelle per sentire sulla punta delle dita la mia vita cambiata. Era per me il giorno uno della creazione.


IN NOME DELLA MADRE
di Erri De Luca

CASA EDITRICE: Feltrinelli


LUNGHEZZA: 86 pagine


PUBBLICAZIONE: 23 mag 2019

|Acquista su AMAZON|

 

 


Però sei stato messo dentro di me da un fiato di parole, non da un seme. Sarai pieno di vento.

In nome della madre è un romanzo breve di Erri De Luca, pubblicato nel 2006 da Feltrinelli, dove viene raccontata la storia di Miriam/Maria, una ragazza la cui adolescenza termina nel momento in cui un angelo le annuncia che avrà un figlio. Promessa sposa a Iosef, un falegname, i due sfidano la comunità nella quale vivono, accettando il destino che li si presenta e accolgono quella vita che – loro ancora non lo sanno – cambierà per sempre l’umanità.

“Miriàm, sai cos’è la grazia?” “Non di preciso”, risposi.
“Non è un andatura attraente, non è il portamento elevato di certe nostre donne in mostra. È la forza sovrumana di affrontare il mondo da soli senza sforzo, sfidarlo a duello tutto intero senza neanche spettinarsi. Non è femminile, è dote di profeti. È un dono e tu l’hai avuto. Chi lo possiede è affrancato da ogni timore. L’ho visto su di te la sera dell’incontro e da allora l’hai addosso. Tu sei piena di grazia. Intorno a te c’è una barriera di grazia, una fortezza. Tu la spargi, Miriam: pure di me.”

In questo romanzo De Luca racconta il mistero della maternità, ossia la totalità di un’esperienza che cambia per sempre la vita di una donna. La particolarità e la grandezza di questo libro è che lo fa prendendo in prestito la voce di Maria, la Vergine Maria, che diventa qui emblema di tutte le madri. Maria, una ragazza comune, un’ebrea di Galilea, la madre di Ieshu, qui si racconta in prima persona e lo fa con semplicità e sincerità, diventando una madre come tutte le altre, con gli stessi dubbi e le stesse gioie di chi ha vissuto la maternità prima di lei e di chi lo farà dopo di lei. De Luca, in questo senso, compie una grande operazione di sapienza narrativa perché umanizza il mistero della Vergine Maria trasformando il racconto sacro dell’Immacolata Concezione nell’esperienza di due comuni ragazzi innamorati che diventano famiglia.

“Nessuno ha torto, Miriam. Il fatto è che tu sei la più speciale eccezione e loro non hanno cuore sufficiente per intenderla e giudicarla. È una faccenda che ha bisogno di amore a prima vista, mentre loro s’ingarbugliano sui codici, le usanze. Per loro tu sei pietra d’inciampo, per me sei la pietra angolare da cui inizia la casa.

Ciò che più mi ha colpito di questo romanzo è proprio la capacità dell’autore di trasformare la potenza di una storia misteriosa e sacra nel ritratto delicato e semplice di una donna che diventa madre. Rendendolo, così, un ritratto universale. E lo fa utilizzando un linguaggio semplice ed elegante ma denso di simbolismo per raccontare una storia in cui nulla può essere lasciato al caso.

“Fuori c’è il mondo, i padri, le leggi, gli eserciti, i registri in cui iscrivere il tuo nome, la circoncisione che ti darà l’appartenenza a un popolo. Fuori c’è odore di vino. Fuori c’è l’accampamento degli uomini. Qui dentro siamo solo noi, un calore di bestie ci avvolge e noi siamo al riparo dal mondo fino all’alba. Poi entreranno e tu non sarai più mio.

Ho trovato in In nome della madre un romanzo profondo e delicato, capace di cambiare qualcosa in ogni lettore, che sia esso credente o no.

Ti ho promesso, promettimi. Ti ho obbedito, esaudiscimi.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Chiara Nicolazzo ha detto:

    Ne sono contenta ❤️ Fammi sapere 😘

    "Mi piace"

  2. doralesploratrice ha detto:

    La tua recensione mi ha molto incuriosita!
    Lo metto subito nella lista dei romanzi da leggere 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.