#CITAZIONI – DA “ROSS POLDARK” DI WINSTON GRAHAM

In collaborazione con Sonzogno Editore. Ross e Demenza si sposarono il ventiquattro giugno del 1787. Le nozze vennero celebrate dal signor reverendo Hodgers in presenza dei soli testimoni necessari. Secondo il registro la sposa aveva diciotto anni, anche se li avrebbe compiuti nove mesi più tardi. Ross aveva ventisette anni. Aveva deciso di sposarla nei…

#CITAZIONI – DA “MARE AL MATTINO” DI MARGARET MAZZANTINI

E’ una giornata di fine estate, di capperi fioriti e incanto. Tre giorni di burrasca e poi la tregua. La spiaggia è una discarica di legni, di avanzi di barche mai arrivate. Un museo di guerra sulla sabbia di graniglia. Vito fruga, recupera qualche pezzo. Fa avanti e indietro dalla spiaggia, trascina tavole storte, frammenti…

#CITAZIONI – DA “QUALCOSA” CHIARA GAMBERALE

[…] Ma oltre a essere troppo capace di essere triste e di essere felice era anche troppo intelligente: aveva intuito, anno dopo anno, osservando le montagne e i prati e il cielo, che anche le cose giocano a rubabandiera, in un modo tutto loro che pare violento, eppure è naturale, e che dopo l’estate arriva…

#CITAZIONI – DA “LETTERA A UN BAMBINO MAI NATO” DI ORIANA FALLACI

E’ molto difficile, per me, scegliere degli stralci di questo libro da condividere con voi. Semplicemente perché avrei voglia di condividerlo tutto. Ma non si può. E allora ho scelto questi due passaggi, correlati tra loro, perché rappresentano bene le due anime di questa Oriana Fallaci, intenta a decidere se, nel suo percorso, vuole o meno assumersi…

#CITAZIONI – DA “L’ISOLA DI ARTURO” DI ELSA MORANTE

  Ripensavo a quanto m’ero offeso il giorno ch’essa m’aveva proposto di chiamarla mà; e tuttora riconoscevo d’aver avuto ragione a offendermi. Però, non mi sembrava giusto che, mentre io non avevo una madre, lei, invece, avesse un figlio. La mia invidia più intollerabile, poi, non l’ho ancora detta. Era questa: ch’ella gli dava dei…

#CITAZIONI – DA “INTERVISTA CON LA STORIA” DI ORIANA FALLACI PT.2

Dopo aver condiviso la prima parte degli stralci delle interviste raccolte in questo libro, oggi continuo con la seconda e ultima parte. GIORGIO AMENDOLA – Roma, gennaio 1974 “Guardi, a certe conclusioni si arriva anche sulla base della cultura. La politica per me è cultura. Anzi, una delle espressioni più belle della cultura. E’ conoscenza…

#CITAZIONI – DA “1984” DI GEORGE ORWELL

Fuori il mondo appariva freddo, perfino attraverso i vetri chiusi della finestra. Giù in strada piccoli mulinelli di vento facevano roteare spirali di polvere e di carta straccia e, sebbene splendesse il sole e il cielo fosse di un azzurro vivo, sembrava che non vi fosse colore nelle cose, se si eccettuavano i manifesti incollati…

#CITAZIONI – DA “CIME TEMPESTOSE” DI EMILY BRONTE

“Da quanto tempo mi sono chiusa qua dentro?” chiese, riprendendosi di colpo. “E’ stato lunedì sera, e oggi è giovedì notte, o piuttosto, ormai, venerdì mattina.” “Soltanto? della stessa settimana?” esclamò lei. “Così poco tempo?” “Anche troppo, per vivere soltanto di acqua fredda e malumore” osservai. “Sembrano molte, molte ore” mormorò lei con voce incerta….