La mia letterina a Babbo Natale

grfaica4

Ebbene e sì, Natale è ormai alle porte. Questo vuol dire luci in giro per la città, panettone a colazione ed elenchi infiniti di parenti a cui dire “Ciao!” (almeno per chi, come me, vive fuori). Ma la cosa del Natale che ogni anno più mi mette ansia è quella dei regali. Cosa compro? Sono ancora in tempo? Gli/le piacerà? Ecco perché sono ormai un bel pò di anni che ho il mio metodo per cercare di evitare questo tipo di problemi e la soluzione è una: dare alla mia famiglia e ad Antonio – le uniche persone con cui ormai mi scambio i regali di Natale – una lista dei regali che mi piacerebbe ricevere. Oltre a cianfrusaglie varie, chiedo sempre dei libri. Quest’anno poi è stato semplicissimo: mi è bastato andare a dare uno sguardo al mio carrello di Amazon. Qual è il risultato? Un mix di classici e nuove uscite, ma anche di romanzi che mi sono ripromessa di leggere da un bel pò di tempo e che poi – tra una spesa e un’altra – non ho mai acquistato. Ovviamente la lista di libri è del tutto personale, ma penso che potrebbero essere delle idee carine per i vostri regali di Natale. Continua a leggere

Annunci

#tag – BOOKS YOU SHOULD READ + VIDEO

img_4987

Spesso mi vengono chiesti consigli su libri da leggere e quando ho scoperto questo tag ho pensato che facesse proprio per me. Ecco perché torno con un nuovo video dopo una pausa per la quale non ho scusanti – se non la solita “non ho avuto tempo”, alla quale io onestamente aggiungo “non ho avuto voglia” – con il video-tag Books You Should Read. Come sempre vi lascio qui sotto il video che ho girato e vi invito a iscrivervi al mio canale YouTube se non l’avete ancora fatto!

Continua a leggere

I libri del mese: febbraio 2016 + Video

IMG_3196

Questo mese era iniziato molto male in quanto a letture. Mi portavo dietro due libri che non mi  piacevano molto e la cosa peggiore era che li stavo leggendo contemporaneamente. Avevo la brutta sensazione di essere arenata in due storie che non capivo, ma alla fine la situazione si è in qualche modo sbloccata e ho portato a casa ben cinque letture. Letture di cui vi parlo anche in un video, come il mese scorso, che trovate qui sotto e sul mio canale YouTube. Ora ve ne parlo meglio anche qui sul blog. Continua a leggere

“City” di Alessandro Baricco

IMG_2966

Sarebbe tutto più semplice se non ti avessero inculcato questa storia del finire da qualche parte, se solo ti avessero insegnato, piuttosto, a essere felice rimanendo immobile. Tutte quelle storie sulla tua strada. Trovare la tua strada. Andare per la tua strada. Magari invece siamo fatti per vivere in una piazza, o un un giardino pubblico, fermi lì, a far passare la vita, magari siamo un crocicchio, il mondo ha bisogno che stiamo fermi, sarebbe un disastro se solo ce ne andassimo, a un certo punto, per la nostra strada, quale strada?, sono gli altri le strade, io sono una piazza, non porto in nessun posto, io sono un posto.

Ho iniziato a leggere questo libro a inizio gennaio ed ero piena di aspettative. Lo sapete, è un po’ che leggo Alessandro Baricco ed ero sicura che anche questa volta mi avrebbe colpita. Ma non è successo. E questo mi dispiace molto. Continua a leggere

I libri del mese: Agosto 2015

_MG_0752 copia

Agosto è stato un mese da pazzi. A lavoro sono stata impegnatissima (grazie alle ferie – ovviamente degli altri – ho dovuto praticamente sostituire i miei colleghi, in piena alta stagione) e poi il weekend a casa (che potete vedere qui e qui) ha aggiunto ancora più ore di sonno arretrato a quelle che avevo già accumulato. Però vabbè, ormai il mese è finito e mi porto dietro tanti ricordi, come ogni estate, e anche tante letture interessanti. Continua a leggere

“Castelli di rabbia” di Alessandro Baricco

_MG_0576

Chissà perché, ma non avevo mai considerato di leggere questo romanzo. Poi, un giorno, ho comprato un quaderno e ho iniziato a scriverci su gli autori che avrei voluto leggere. In questa lista è comparso anche Alessandro Baricco e quindi ora eccomi qui, con Castelli di rabbia tra le mani e mille storie nella testa.

 Allora, solo allora, Jun Rail sollevò il capo dallo scrittoio e girò lo sguardo verso la porta chiusa. Jun Rail. Il volto di Jun Rail. Quando le donne di Quinnipak si guardavano allo specchio pensavano al volto di Jun Rail. Quando gli uomini di Quinnipak guardavano le loro donne pensavano al volto di Jun Rail. I capelli, gli zigomi, la pelle bianchissima, la piega degli occhi di Jun Rail. Ma più di ogni altra cosa – sia che ridesse o urlasse o tacesse o semplicemente stesse lì, come ad aspettare – la bocca di Jun Rail. La bocca di Jun Rail non ti lasciava in pace. Ti trapanava la fantasia, semplicemente. Ti impiastricciava i pensieri. “Un giorno Dio disegnò la bocca di Jun Rail. E’ lì che venne quell’idea stramba del peccato”. 

Continua a leggere

I libri della mia estate

Anche quest’estate sta – purtroppo – terminando, portandosi via tanti ricordi e (nel mio caso) tante letture. Lo sapete, io adoro leggere e l’estate, con le sue giornate lunghe e il fresco in giardino, mi da ancora più carica. Quest’anno, fino ad ora, ho letto una quindicina di libri, sorprendendo anche me stessa. Quando Dalani mi ha contattata in merito a I libri dell’estate, chiedendomi di parlare dei libri della mia estate, ho pensato che parlandovi proprio di tutti quelli che ho letto mi sarei dilungata troppo – potete comunque trovarli qui e qui. E allora, eccomi qui, pronta a raccontarvi dei dieci libri più belli della mia estate. Continua a leggere