#gdli100libri: tutti i libri letti dal 2015 ad oggi

Continua a leggere

Annunci

#tag – BOOKS YOU SHOULD READ + VIDEO

img_4987

Spesso mi vengono chiesti consigli su libri da leggere e quando ho scoperto questo tag ho pensato che facesse proprio per me. Ecco perché torno con un nuovo video dopo una pausa per la quale non ho scusanti – se non la solita “non ho avuto tempo”, alla quale io onestamente aggiungo “non ho avuto voglia” – con il video-tag Books You Should Read. Come sempre vi lascio qui sotto il video che ho girato e vi invito a iscrivervi al mio canale YouTube se non l’avete ancora fatto!

Continua a leggere

I libri del mese: luglio 2016 + Video

IMG_4749Arrivo un po’ ritardo ma eccomi qui a parlarvi delle letture del mese appena trascorso. Luglio. Un mese fatto di: tanti libri belli, tanto lavoro, caldo asfissiante, nuvoloni che sono arrivati – giustamente – nel mio giorno di riposo. Ok, questo luglio è stato pieno anche di un po’ di malinconia, ma questo è un altro discorso. Dicevamo. Ho letto tanto, ma soprattutto ho letto libri che mi hanno coinvolta, che mi hanno permesso di viaggiare pur stando comodamente seduta nel mio giardino e che mi hanno regalato l’illusione di essere qualcun altro. Come sempre vi lascio qui sotto il video in cui vi racconto delle letture di aprile e che trovate sul mio canale YouTube.

Continua a leggere

“Un amore” di Dino Buzzati

Eppure, per una di quelle intuizioni dell’animo, apparentemente assurde, che magari al momento non ci si bada ma rimangono dentro, per poi ridestarsi a distanza di mesi e di anni, quando il meccanismo del destino scatterà, Antonio ebbe un presentimento: come se quell’incontro avesse importanza nella sua vita, come se il coincidere rapidissimo degli sguardi avesse stabilito fra loro due un legame che non si sarebbe spezzato mai più, a loro stessa insaputa. Già in passato, più di una volta, aveva constatato la incredibile potenza dell’amore, capace di riannodare, con infinita sagacia e pazienza, attraverso vertiginose catene di apparenti casi, due sottilissimi fili che si erano persi nella confusione della vita, da un capo all’altro del mondo.
Ma poi i giorni, il lavoro, i viaggi, la gente. Antonio non ci aveva pensato più, la conturbante figuretta dimenticata e sepolta nei profondi sotterranei della memoria.

Quando qualcuno di voi mi ha consigliato di leggere questo romanzo – dopo aver visto che avevo adorato Il deserto dei tartari, di cui vi parlai qui – sono corsa a scriverlo nella mia lunghissima lista dei libri da leggere. Dopo un bel po’ di tempo sono riuscita ad acquistarlo (siano fatti santi i saldi nelle librerie) e dopo un altro bel po’ di tempo sono riuscita a leggerlo. Ma devo dire che questa volta l’attesa ne è valsa la pena. Continua a leggere

#ilibridichiara – il peggio e il meglio del mio 2015

_MG_1117

Un altro anno è alle porte e non posso evitare di fare un resoconto sulle mie letture di questo 2015. Ho letto tanto e libri molto diversi tra di loro. Mi sono innamorata, ho viaggiato, ho scoperto cose nuove, ho vissuto mille vite. Ho letto dei libri che mi hanno profondamente delusa, altri che mi hanno aperto gli occhi, altri ancora che raccontavano straordinariamente un pezzo di me. Il bello di leggere, in fondo, è proprio questo. Continua a leggere

I libri del mese: Agosto 2015

_MG_0752 copia

Agosto è stato un mese da pazzi. A lavoro sono stata impegnatissima (grazie alle ferie – ovviamente degli altri – ho dovuto praticamente sostituire i miei colleghi, in piena alta stagione) e poi il weekend a casa (che potete vedere qui e qui) ha aggiunto ancora più ore di sonno arretrato a quelle che avevo già accumulato. Però vabbè, ormai il mese è finito e mi porto dietro tanti ricordi, come ogni estate, e anche tante letture interessanti. Continua a leggere

#gdli100libri quindicesimo libro: “Il deserto dei Tartari” di Dino Buzzati

IMG_2681

«E’ un tratto di frontiera morta» aggiunse Ortiz. «Così non l’hanno mai cambiata, è sempre rimasta come un secolo fa.»
«Come: frontiera morta?»
«Una frontiera che non dà pensiero. Davanti c’è un grande deserto.»
«Un deserto?»
«Un deserto effettivamente, pietre e terra secca, lo chiamano il deserto dei Tartari.»
Drogo domandò: «Perché dei Tartari? C’erano i Tartari?»
«Anticamente, credo. Ma più che altro una leggenda. Nessuno deve essere passato di là, neppure nelle guerre passate.»
«Così la Fortezza non è mai servita a niente?»
«A niente» disse il capitano.

Uno dei regali che mi sono concessa quest’anno è stato partecipare per la prima volta  ad un gruppo di lettura.  I 100 libri di Dorfles mi ha regalato l’occasione di leggere tanti romanzi che, sono onesta, altrimenti non avrei mai letto. Ovviamente non sempre sono state letture piacevoli (ricordate la recensione di Dracula di Bram Stoker?) ma questa volta sono stata conquistata e, vi prego, fidatevi di me, che sono sempre così critica. Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati credo sia il romanzo migliore che sia stato estratto fino ad ora. Continua a leggere